Silvana G home staging

Il Covid ha svalutato il tuo portfolio immobiliare?

Rivalutare gli immobili: tutto quello che devi sapere per vendere velocemente e non ribassare il prezzo

2 suggerimenti per non perdere soldi a causa del Covid

 

La situazione:

Il Covid ha cambiato le richieste del mercato riducendo la richiesta per alcune tipologie di appartamenti e ti ritrovi a dover suggerire un importante riduzione di prezzo, ma i proprietari non sono intenzionati a guadagnare meno, o a ridurre la tua commissione (fonte FIAIP https://www.facebook.com/fiaipbologna/videos/622886698625078/ ).

Inoltre le nuove norme per le visite rendono impegnativo sia per te che per il proprietario avere un alto numero di visite improduttive.

Cosa DEVI fare:

 

  • CONSIDERA L’ IMMOBILE UN TUO PRODOTTO

Come non presenteresti l’auto sporca a un possibile acquirente anche gli immobili dovrebbero essere presentati al meglio delle loro potenzialità.

Partendo dal riordino dell’ immobile, fino ad arrivare agli annunci pubblicati, puoi fare una selezione dei possibili acquirenti, mostrando le case al loro meglio e solo agli acquirenti interessati a quella tipologia di immobile.

Come ottenerlo:

1 Prepara l’ immobile:

Soprattutto se l’immobile è occupato potresti avere resistenze da parte del venditore, devi fare entrare anche lui nell’ottica che non sta vendendo la storia della sua famiglia, ma un prodotto, la casa, il cui valore è dato dallo spazio, dalla luminosità e dalla vivibilità.

1.1 Spersonalizza: 

L’ acquirente non deve sentirsi ospite ma iniziare a pensare che potrebbe essere casa sua

1.2 Rinfresca: 

soprattutto se i muri sono rovinati, con macchie o di colori troppo forti è indicato imbiancare, meglio con colori neutri, chi visita la casa non deve pensare ai lavori che dovrebbe fare subito dopo l’acquisto.

1.3 Ripara: 

se ci sono mobili rotti o rovinati, se ci sono evidenti problemi o tracce di problemi risolti ma ancora evidenti, il primo pensiero va sempre a quanto costerà sistemarli.

Quindi via a mobili o sedie rotte, no ai rubinetti che perdono, no a eventuali macchie di ruggine per vecchie perdite.

1.4 Riarreda: 

A volte si aggiungono mobili che non sono coerenti con quelli già esistenti o la disposizione non rende il reale potenziale dell’immobile, in questo caso potrebbe bastare eliminarne qualcuno e/o ridistribuire gli spazi.

1.5 Riordina: 

Anche se l’immobile è occupato, l’acquirente si aspetta di trovare la stessa situazione che ha visto negli annunci.

Quindi organizza le visite con l’anticipo necessario affinchè il proprietario/occupante abbia modo di riordinare e arieggiare la casa.

1.6 Fotografia: 

E’ il biglietto di invito dell’immobile, e deve essere curato e rappresentare al meglio la casa.

No a foto con grandangolo eccessivo, far sembrare una stanza di 12mq un salone da ballo, per quanto possa aumentare le chiamate per informarsi e richiedere una visita, può provocare nel possibile acquirente delusione e sensazione di aver perso tempo.

Per rendere giustizia allo spazio effettivo si deve agire nei punti precedenti, ripristinando l’effettiva funzionalità degli spazi.

2 Presenta l’immobile

2.1 Foto nell’annuncio:

Come foto di copertina scegli quella più bella, va bene che sia presente la foto del palazzo, ma non deve essere la prima che si vede, l’acquirente non cerca il palazzo, cerca l’appartamento.

2.2 Verifica che sia tutto a posto:

Arriva prima dell’acquirente, controlla che tutto sia in ordine e il più possibile rispondente alle foto dell’annuncio.

Anche se l’immobile è occupato e verosimilmente non sarà esattamente nelle stesse condizioni di quando è stato fotografato, fa in modo che l’acquirente non pensi di trovarsi in un immobile diverso.

 

 

Rivalutare gli immobili ai tempi del Covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: